Wide Art: una mostra presso la basilica di Sant’Antonio

Wide Art: una mostra presso la basilica di Sant’Antonio

L’arte, un bene da tutelare, un bene da promuovere.

Wide Group, con una consolidata expertise nelle assicurazioni dedicate all’arte e ai beni di lusso, dà vita a “Wide Art”, progetto di collaborazioni e investimenti nel settore del fine art mirato a valorizzare le bellezze artistiche del nostro Paese fino ad oggi semi-sconosciute e ad aiutare la crescita e la visibilità degli artisti più promettenti.

Prima tappa del percorso #WideArt la mostra “Il Santo com’era: rappresentazioni della Basilica attraverso i secoli”, organizzata da Veneranda Arca del Santo, Museo Antoniano e Centro Studi Antoniani di Padova.

L’esposizione, che resterà aperta dal 23 maggio al 6 luglio, racconta l’evoluzione della fabbrica della basilica di Sant’Antonio e del convento dal Rinascimento all’età contemporanea attraverso libri
antichi, disegni, dipinti, vedute e incisioni e persino matrici originali. Importanti opere – alcune esposte per la prima volta al pubblico – che illuminano, con testimonianze dirette e inedite, anche aspetti del costume, della cultura, delle attività produttive e dell’identità stessa della società padovana nel suo secolare rapporto con il Santo.

La mostra sarà ospitata nelle salette adiacenti al Museo Antoniano della basilica di Sant’ Antonio, recentemente restaurate, e curata dal dottor Alessandro Borgato, libraio antiquario membro
dell’International League of Antiquarian Booksellers, consulente della Veneranda Arca di S. Antonio per il patrimonio antico a stampa e per la Pontificia Biblioteca Antoniana, e dalla professoressa Giovanna Baldissin Molli, docente dell’Università degli Studi di Padova e Presidente della Veneranda Arca del Santo con delega per l’Archivio.

Questa è solo la prima di una lunga serie di iniziative e attività sul territorio che Wide supporterà ed organizzerà attivamente nei prossimi mesi.

#TheMostInnovativeBroker #Osa #StayTuned